Home » Notizie » Ventiseiesimo giorno di Avvento

Ventiseiesimo giorno di Avvento

La gioia della Vergine Maria esplode perché si è sentita visitare dal Signore, il suo Salvatore! Maria si fa voce di tutti gli umili, di tutti gli oppressi e dona a questa umanità ferita la Speranza e mette in guardia i potenti, i ricchi che verranno abbassati. Dentro questa speranza ogni cuore può gioire!

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Luca 1,46-56. 
«L’anima mia magnifica il Signore 
e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore, 
perché ha guardato l’umiltà della sua serva. 
D’ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata. 
Grandi cose ha fatto in me l’Onnipotente 
e Santo è il suo nome: 
di generazione in generazione 
la sua misericordia si stende su quelli che lo temono. 
Ha spiegato la potenza del suo braccio, ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore; 
ha rovesciato i potenti dai troni, ha innalzato gli umili; 
Ha ricolmato di beni gli affamati, 
ha rimandato a mani vuote i ricchi. 
Ha soccorso Israele, suo servo, 
ricordandosi della sua misericordia,
come aveva promesso ai nostri padri, 
ad Abramo e alla sua discendenza, per sempre». 
Maria rimase con lei circa tre mesi, poi tornò a casa sua.