Home » Agenda » Restauro delle lunette con Storie di Sant’Agostino

Restauro delle lunette con Storie di Sant’Agostino

Il 15 settembre, nel Chiostro dei Morti della Basilica di Santo Spirito, saranno  visibili al pubblico le due ultime lunette restaurate.

Il Cantiere di Santo Spirito

Le lunette sono ubicate nel Chiostro dei Morti, costruito nel 1620 circa da Giulio Parigi e appartenente al complesso di Santo Spirito. Il ciclo di affreschi del Chiostro ha subito nel corso dei secoli gravi danneggiamenti. Nel 1890 le due lunette poste sopra la scalinata d’accesso alla Sagrestia sono andate in gran parte perdute a causa delle numerose infiltrazioni d’acqua, procurate dalla presenza di una terrazza scoperta collocata tra la Sagrestia stessa e il Chiostro, che non poteva essere chiusa perché fonte di luce per la Sagrestia.

Inoltre nel 1895 Firenze venne colpita da un terremoto, che creò gravi danni sia alla Chiesa che al Chiostro, per cui dovettero intervenire i militari per effettuare un primo intervento di tamponamento. Già nel 1914 si parla, nelle schede di inventario redatte dal Comune di Firenze , delle precarie condizioni di conservazione in cui versavano gli affreschi. Negli anni 1970-71  il restauratore Dino Dini decise di staccare una decina di lunette, scegliendo tra quelle maggiormente danneggiate, per restaurarle e successivamente collocarle su supporti di vetroresina. In un secondo tempo sono state ricollocate nella loro sede originale dalla figlia Daniela Dini per ridare un’unità di lettura al Chiostro.

L’Intervento di Restauro

Nelle due opere, realizzate con tecnica mista o a mezzo fresco con rifiniture a secco, risultano evidenti le incisioni dirette e indirette, eseguite per riportare i disegni preparatori dai cartoni sulla superficie da decorare. La stesura del colore è effettuata su una superficie già carbonatata ma non del tutto asciutta ed il pigmentoè steso con acqua di calce come legante. L’idrato di calce a contatto con l’anidride carbonica forma una pellicola protettiva di carbonato di calce (processo di carbonatazione) dove i pigmenti vengono inglobati e fissati rendendoli resistenti a tutti gli agenti esterni.

Il primo intervento effettuato è stato il prefissaggio del film pittorico in quando erano presenti molti sollevamenti a Istituto per l’Arte e il Restauro PALAZZO SPINELLI ® Via Maggio, 13 50125 Firenze Tel. +39 055 282951 Fax +39 055 217963 www.spinelli.it info@spinelli.it Istituto per l’Arte e il Restauro PALAZZO SPINELLI ®

Locandina (PDF)

Ringraziamenti

Comunità Agostiniana di Santo Spirito

Comune di Firenze: Paolo Ferrara, Oriella Ferrini

Soprintendenza Speciale per il Polo Museale: Mirella Branca, Daniele Rapino

Docenti dell’Istituto: Daniela Valentini, Fabrizio Iacopini, Margherita Bozzoni

Studenti dei corsi di Restauro Affreschi Anni Accademici 2008-2009-2010

Personale dell’Istituto per l’Arte e il Restauro: Francesco Amodei, Ester Calabrò, Giuliana Menghetti, Eleonora Pecchioli, Franco Sottani

Consulenti esterni: Francesco Luglio, Oronzo Panebianco, Olivia Raddi

Sponsor ponteggi: Paolo Marradi, IRES SpA