Home » Notizie » Settimo giorno di Avvento

Settimo giorno di Avvento

img_1071Gesù ha un cuore senza misura… Si preoccupa sempre dell’umanità sofferente e sceglie degli amici a cui chiede di dare gratuitamente perché gratuitamente hanno ricevuto. Anche la Vergine Maria molto ha dato perché consapevole di aver ricevuto molto! È bello pensare a Maria non come a Colei che contempliamo come oggetto di devozione, ma come una donna che ancora ha cura di noi suoi figli e mentre ha cura delle nostre pene e sofferente attraverso il dono di suo Figlio ci chiede di andare anche noi tra i sofferenti e avere cura di loro! Cerchiamo di essere tra coloro che il Signore invia nella sua messe!

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Matteo 9,35-38.10,1.6-8.

In quel tempo, Gesù percorreva tutte le città e i villaggi, insegnando nelle sinagoghe, predicando il vangelo del Regno e curando ogni malattia e infermità.
Vedendo le folle ne sentì compassione, perché erano stanche e sfinite, come pecore senza pastore.
Allora disse ai suoi discepoli: «La messe è molta, ma gli operai sono pochi!
Pregate dunque il padrone della messe che mandi operai nella sua messe!».
Chiamati a sé i dodici discepoli, diede loro il potere di scacciare gli spiriti immondi e di guarire ogni sorta di malattie e d’infermità.
rivolgetevi piuttosto alle pecore perdute della casa d’Israele.
E strada facendo, predicate che il regno dei cieli è vicino.»
Guarite gli infermi, risuscitate i morti, sanate i lebbrosi, cacciate i demòni. Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date».